PROPEDEUTICA PER BAMBINI

FA-RE-LA

b

“Perché non c'è nulla più della musica a svelarti fino in fondo: è sensibilità, è intuizione, è un mondo sottotraccia, che non vuole e non chiede ragionamenti, che entra nella pelle, attraversa i corpi, si sparge per l'aria che respiriamo.”

Cotroneo Roberto

 

 

 Il corso proposto dalla scuola di musica “L’industria della musica” si propone di offrire una ricca esperienza formativa, rivolgendosi a ragazzi di età compresa tra 6 e 14 anni.

Non è scontato sottolineare quanto questa forma d’arte sia fondamentale e incentivante all’interno dello sviluppo di ogni essere umano. Il potere educativo della musica è stato analizzato da svariate ricerche scientifiche.

Prendiamo ad esempio quella portata avanti dal team del prof. Gottfried Schlaug della Harvard Medical School di Boston: è stato dimostrato infatti che lo studio di un solo anno di musica modifica il cervello umano sia da un punto di vista strutturale sia da un punto di vista funzionale.

Da millenni la musica è stato un canale comunicativo peculiare e necessario alla socializzazione, all’espressione di profonde emozioni e della propria interiorità. E’ stata quindi un collante, una sorta di rito di unificazione di differenti personalità, un essenziale strumento per l ‘estrinsecazione del proprio essere attraverso canali non convenzionali.

Oggi, grazie ai passi da gigante che le neuroscienze hanno compiuto nell’ultimo decennio, ci si può spingere anche al di là della rilevanza sociologica della musica. Si possono indagare le trasformazioni, anche permanenti, che la musica induce nel cervello e i miglioramenti delle nostre capacità cognitive.

Parliamo quindi di vantaggi che vanno al di là della semplice capacità di suonare uno strumento: intensificazione dello sviluppo della concentrazione e del coordinamento, maggiore facilità nell’apprendere lingue straniere e discipline matematiche, rafforzamento della capacità di lettura e comprensione del testo.

Da questo deduciamo che, al di là della sua capacità aggregativa, l’arte musicale contiene in sé uno straordinario potenziale educativo.

Per queste motivazioni sopra elencate è stato progettato un corso di propedeutica musicale che sia una chiave d’accesso a questo complesso e meraviglioso mondo.

Le attività proposte saranno incentrate non prettamente sulla teoria\ pratica musicale, vorranno essere più che altro provocazioni per far sì che venga piantato, all’interno della singola persona, un seme. Questo fornirà le basi e le fondamenta, in modo da far acquisire quel bagaglio di conoscenze necessario per intraprendere un eventuale successivo percorso educativo nell’ambito musicale. Si tratta di dare stimoli e strumenti che possano far scaturire curiosità e domande, che possano in qualche modo coinvolgere e far scoprire tutta la bellezza che questa forma d’arte scaturisce.

Si cercherà, partendo da una struttura comune, di personalizzare il più possibile l’insegnamento in modo da esaltare al massimo il talento di ogni singolo alunno.

 

- ATTIVITÀ PRINCIPALI -

BODY PERCUSSION: la body percussion è l’arte di produrre dei suoni col corpo.

 Questa attività richiede l’utilizzo di ogni parte del corpo, che percossa produce un suono diverso, come una danza che crea musica. Aiuta la concentrazione, migliora l’attenzione, la memoria e il controllo dei movimenti.

 

FIABE CANTATE: Con la  fantasia del bambino, passo dopo passo creeremo delle fiabe cantate, questa attività stimolerà l’orecchio la creatività e l’improvvisazione dei nostri allievi.

 

GIOCHI MUSICALI: tantissimi giochi musicali pensati per lo sviluppo della musicalità del bambino. È fondamentale per i più piccoli apprendere attraverso il divertimento, tutto risulterà piu semplice e spontaneo.

 

RILASSAMENTO CON LA MUSICA: il bambino si rilasserà con l’aiuto della musica e scoprirà la bellezza dell’ascolto in una situazione di pace e serenità. Dopo l’ascolto gli allievi dovranno disegnare, mimare o cantare le sensazioni provate durante l’attività.

 

TEORIA MUSICALE: il bambino conoscerà la scrittura musicale (pentagramma, note, chiavi ecc) applicate al disegno e rappresentazioni grafiche.

 

EAR TRAINING: attraverso il riconoscimento di accordi, melodie e esercizi ritmici il bambino avrà consapevolezza dei suoni che lo circondano e riuscirà ad imitarli con semplicità.

 

IMPROVVISAZIONE VOCALE: attraverso melodie improvvisate il bambino utilizzerà e scoprirà lo strumento più spontaneo ovvero la voce.

 

RICONOSCIMENTO TIMBRICO DEI VARI STRUMENTI: il bambino riuscirà a distinguere i suoni che provengono da vari strumenti musicali, questa attività sviluppa la memoria e la concentrazione dei più piccoli.

 

 

UTILIZZO DI STRUMENTI CREATI CON MATERIALI DA RICICLO: questa attività sarà la parte piu pratica del corso, il bambino dovrà immaginare il tipo di strumento che vorrà creare, trovare il materiale più adatto  ed infine costruirlo.

- OBIETTIVI -

Gli obiettivi, aperti e flessibili, di tale corso saranno:

Essere in grado di riprodurre cantando una melodia ascolta.

Riconoscere e interpretare la notazione musicale

Saper esprimere in musica emozioni e stati d’animo.

Attraverso l’utilizzo di segni convenzionale, saper rappresentare graficamente note e figure ritmiche.

Attraverso l’ascolto, saper riconoscere le differenti fonti musicali all’interno di un brano e le relative sonorità.

Saper sviluppare e seguire un ritmo

Saper discriminare e classificare i suoni

Saper progettare e costruire strumenti musicali a partire da materiali di uso comune.

Associazione "Industria della Musica-Since 2016" - Via San Calepodio 11, Roma - Cap 00152 - Tel. 06 83083407 - lindustriadellamusica@gmail.com

  • Instagram Social Icon
  • Youtube
  • Facebook Social Icon

© 2023 by lindustriadellamusica.com Proudly created with Wix.com

Lost My Treble Long Ago - VULFPECK
00:00 / 00:00